domenica 13 gennaio 2013

Serena...solo con gli amici animali

Intervista a:
Serena
27 anni, capricorno

Grafica pubblicitaria

1. Se ti dico “casa sicura”, cosa ti viene in mente?
La famiglia. La casa sicura è una casa con una famiglia. Per me la famiglia è importante, o meglio, lo era fino a qualche tempo fa. Sono stata cresciuta con i valori di una famiglia unita e rispettosa del matrimonio, ma poi in realtà sono successe delle cose all’interno della famiglia stessa… Mia mamma ha trovato un altro uomo di nascosto quindi ha un po’ distrutto i valori con cui mi ha cresciuta, che sono fondati poi su quelli della Chiesa, ecc. Credo ancora nella famiglia, ma non nella mia.


2. Hai mai organizzato una festa con tanti amici, musica alta, alcolici e altro a casa dei tuoi genitori nella tua adolescenza?
Sì! E parecchie anche! Con vomitate di gruppo in bagno, tutti belli sbronzi!

3. Sei una conquistatrice?
Sì. Nel lavoro, ad esempio, ho imparato, dopo varie prese in giro e colpi alla schiena, a diventare una conquistatrice. Se voglio un posto di lavoro, lo prendo, mi conquisto il mio territorio.

4. Secondo te gli animali hanno un’anima come gli esseri umani?
Sì, molto, ma molto più profonda della nostra. Io ne ho tanti di animali, ma lo vedo maggiormente nei miei cani. Basta un gesto, basta uno sguardo, basta una qualsiasi piccola cosa perché si crei sintonia. Loro capiscono quello che gli voglio dire, cosa voglio fargli fare e cosa voglio fare con loro, mi capiscono. Ce l’hanno proprio un’anima, molto più profonda della nostra. 

5. Sei un’attaccabrighe o una paciera?
Mi faccio i fatti miei, ma se mi rompono le scatole, io le rompo peggio ancora e attacco! 

6. La tua idea di felicità.
L’insieme delle cose che ho adesso nella vita: il mio lavoro, la mia famiglia, la persona a cui voglio bene e con cui sto bene e soprattutto i miei animali. Non riuscirei a essere felice senza avere un animale, ma non perché sono viziata e voglio il cagnolino, ma perché gli animali fanno proprio parte del mio carattere, della mia mente. Se non ho un contatto, un rapporto con il mondo animale, io sto male. 

7. Tre cose, in generale, che ti fanno schifo.
Da mangiare mi piace tutto! Per il resto, direi sicuramente l’ipocrisia e l’arroganza che noto soprattutto sul posto di lavoro. Una terza cosa non mi viene in mente. Sono poche le cose che non mi piacciono. 

8. Una lettura che ti ha appassionato e che ricordi con piacere.
Mi ha appassionato tanto un libro di Paulo Coelho, Lo Zahir, e anche Il cammino di Santiago, dello stesso autore. È un percorso di vita che lui fa ovviamente in mezzo alle sue dimensioni un po’ storiche antiche, un po’ fantascientifiche. Sono molto belli. 

9. Film e/o telefilm preferiti.
Tutti i film della Marvel, soprattutto Iron Man e X-Men. Poi molti film italiani, ce ne sono tanti. Telefilm preferito Grey’s Anatomy

10. Il tuo colore preferito.
Sono due, azzurro e verde.

11. Credi in Dio?
No, ho smesso.

In cosa credi?

Credo nella vita. Tu nasci perché sei portato da un tuo processo naturale a farlo e vai avanti, la tua vita te la fai tu. Per me Dio non esiste, quello che ho passato mi ha portato a pensare in questo modo. Tu sei la tua vita, tu porti avanti la tua vita. 

12. Secondo te, c’è vita dopo la morte?
No.

Se dovesse esserci una vita eterna dopo la morte, tu come la vorresti?

Il mio paradiso sarebbe avere un campo enorme con tanti animali e con le due, tre persone a cui voglio bene e di cui mi fido. E basta. Lì sarei felice per sempre.