giovedì 29 agosto 2013

10 cose che ho notato (e scoperto) durante le vacanze


1) Le settimane centrali di agosto sono il periodo peggiore per andare in vacanza – Sovraffollamento, traffico, pallonate, schizzi d’acqua indesiderati, caos. Ho sempre vissuto serenamente tutto questo, anzi, lo consideravo parte integrante del divertimento estivo, ma quest’anno non l’ho proprio sopportato. Non mi sarò mica imborghesita con il matrimonio?!?
2) Non riesco a leggere un libro senza una matita in mano – Per sottolineare, scrivere, scarabocchiare.
3) Il treno ad alta velocità è meglio dell’aereo, ma non arriva in Calabria – Si ferma a Salerno, dove comincia la tratta “Aspetta e Spera”.
4) La competitività della gente non va in vacanza.
5) Se vai al mare devi essere a-a-abbronzatissima – Quest’anno ho usato una crema solare ad alta protezione. Di solito non supero mai un SPF 20, ma avevo quel tubo di Vichy (costato pure parecchio) rimasto dal viaggio in Messico che non volevo buttare via, allora mi sono detta “quest’anno più protezione e meno abbronzatura!”. Se non che, sono stata travolta da uno tsunami di commenti del tipo:Come sei bianca! – Ciao mozzarellina!! – Non stare sempre sotto l’ombrellone!!! – Hai poca melanina tu, vero? – Vuoi un po’ d’olio solare?? – Ma sei malata???”. Il sole fa davvero male.
6) Tutti chiamano “api” le “vespe”, ma non è per niente corretto nei confronti delle api! Le api sono le instancabili e utilissime creature che fanno il miele e impollinano i fiori. Le vespe sono le stronze che ti danno il tormento mentre mangi e, se provi a ribellarti, ti pungono pure!
7) Non sono l’unica che ha studiato per il puro desiderio di studiare – E non per diventare “dirigggente”.
8) Le meduse rosa (non quelle de Le Iene!) sono bellissime – A casa vorrei un acquario pieno solo di meduse rosa.
9) Ho avuto la presunzione di volere tutto e subito, dando per scontato che le cose sarebbero andate secondo i miei piani – Non sono stata umile.
10) Il tempo è così poco e io sono sicura che deve esserci qualcosa di più…

martedì 6 agosto 2013

essere curiosi e credere in qualcosa…

Intervista a:

E.
24 anni, leone
Segretaria
  1. Sei contenta del luogo in cui abiti e dell’Italia in generale oppure vorresti abitare da un’altra parte?
    A casa mia coi miei sto bene! Anche se, sinceramente, sono arrivata a una certa età e non mi dispiacerebbe un po’ di autonomia e indipendenza… Quindi, appena potrò, andrò a vivere da sola.
    Dell’Italia in generale, per quanto riguarda i luoghi turistici nulla da dire, assolutamente stupendi. Però per la politica e cose varie…no, per niente contenta!
  2. Hai mai dato un passaggio in macchina a uno sconosciuto? Lo faresti mai?
    Ho preso la patente l’altro giorno! Per adesso non mi è ancora capitato! Comunque penso proprio che non lo farei mai, non mi fido.
  3. Hai mai aiutato un amico o un’amica ubriaco/a a tornare a casa?
    Sì ed è stato molto divertente! Eravamo a piedi, non era proprio ubriaco, solo un po’ brillotto! Troppo divertente!
  4. La borsa più costosa che hai acquistato o che ti hanno regalato.
    Costosissime no, mai. Carpisa, tanto per intenderci! Non so quanto l’abbiano pagata…
  5. Perché, secondo te, le ragazze vanno sempre in bagno in coppia quando sono in un locale? Lo fai anche tu?
    Allora, per quanto mi riguarda…io posso anche andar da sola! Però mi faccio accompagnare da un’amica perché spesso e volentieri non si chiude bene la porta, allora si chiede all’amica di tenerla chiusa così non entra nessuno. Può essere dovuto alla nostra fobia di essere viste mentre facciamo pipì… Una fobia femminile, i ragazzi fanno la pipì uno davanti all' altro!
  6. La tua virtù preferita.
    L’allegria, la spensieratezza. Essere solari, positivi. Quelli troppo musoni non mi piacciono. Poi un’altra cosa che mi piace tanto è la curiosità, bisogna essere curiosi nella vita, fare tante domande!
  7. Tre cose, in generale, che ti fanno schifo.
    La cattiveria gratuita. I pregiudizi: tipo quando una persona non sa niente di te, ma ti giudica o magari si sta parlando in generale di un argomento e tu esprimi un tuo parere e questa persona ti contraddice ma senza sapere tutta la tua storia. Quello che una persona dice è legato ai suoi trascorsi, alle sue esperienze e se tu non conosci quelle esperienze, non conosci il suo passato, non la puoi giudicare. Le persone che giudicano sono fondamentalmente cattive perché vogliono metterti in cattiva luce.
    Un’altra cosa che mi fa schifo è la politica e poi…gli scarafaggi! Però poverini! Quando arriva in ufficio il tizio che li deve uccidere, gli dico “Sei proprio un assassino!”. Mi fanno impressione, sono un po’ bruttini, però non li uccido, li prendo con la paletta e li porto fuori!
  8. Una lettura che ti ha appassionato e che ricordi con piacere.
    Il piccolo principe
    di Antoine de Saint-Exupéry. Bellissimo.
  9. Film e/o telefilm preferiti.
    Il re leone
    della Disney e I passi dell’amore, tratto dal romanzo di Nicholas Sparks. Sono i primi che mi vengono in mente, poi ce ne saranno tanti altri.
  10. Il tuo colore preferito.
    Il giallo. Tutti i colori caldi.
  11. Credi in Dio? In cosa credi?
    Credo che ci sia qualcosa. Magari qualcosa c’è… Non lo so, è strano come credo io… Secondo me, la cosa più importante è credere in qualcosa. Qualsiasi cosa sia, Dio o qualcos’altro, credere in quella cosa.
  12. Secondo te, c’è vita dopo la morte? Se sì, che tipo di vita è? Com’è, secondo te, il paradiso?
    Spero di sì. In realtà, sono come San Tommaso: se non vedo, non credo. Nella mia vita ci sono persone che ho conosciuto e se ne sono andate e mi chiedo perché, se esistono ancora, non si sono manifestate in qualche modo? Non lo so. Spero siano da qualche altra parte adesso, che si siano reincarnate in qualcosa di bello. Uno ci spera sempre.
    Il paradiso è una figata! Ci ritroviamo tutti là e festa a tutt' andare!