lunedì 21 aprile 2014

un muro molto romantico

Qual è il regalo più romantico? Un mazzo di fiori, un viaggio a Parigi, una cena a lume di candela? Non lo so. Ma esiste poi un regalo più romantico in assoluto? Direi di no, così come non esiste la donna più bella del mondo o il cibo più buono, in quanto si tratta di valutazioni che rientrano nell’infinita e iridescente sfera della soggettività. Tutto dipende dai gusti di ognuno e, in questo caso, dalla concezione di “romantico” che ognuno di noi ha. Per quanto mi riguarda, “romantico” significa “fatto col cuore”. Una frase fatta, certo, ma non così scontata. Fare qualcosa col cuore non significa,  ovviamente, “mettere cuori dappertutto”, come fa il tenero Valentino all’inizio del divertentissimo film di Ficarra e Picone Anche se è amore non si vede. E non significa neanche fare qualcosa volentieri e in modo spontaneo, spinti unicamente dall’affetto che si prova per qualcuno. Quest’ultima definizione fa evidentemente parte della mia idea di “fare col cuore”, ma non la completa, non basta, non si tratta solo di questo.
Secondo me, il regalo più romantico, quello fatto col Cuore (proprio con la C maiuscola), è un gesto che parte dal nucleo delle cellule dei nostri sentimenti, dalla parte più vera di noi e dell’amore che proviamo, quell’amore che non riusciamo a spiegare a parole e che si manifesta in un semplice sguardo – rivolto al proprio compagno, amico, a una persona cara – lo sguardo estatico che, in una fugace epifania, ci fa pensare: «Cazzo! Ma io quella persona la amo veramente e voglio che sia sempre felice!». È da questa constatazione che nascono i gesti più romantici.

Dawson's Creek - 3x16 "Decisioni difficili"
Pacey regala a Joey un muro!