venerdì 1 maggio 2015

un film stellare

Sono finalmente riuscita a vedere un film che avrei voluto (e dovuto!) vedere al cinema lo scorso autunno, Interstellar. Il fatto che io sia qui a scrivere dopo quattro mesi di latitanza è la prova di quanto mi sia piaciuta questa pellicola diretta da Christopher Nolan, uno dei miei registi preferiti.
Ho amato tantissimo le scene nello spazio interstellare e la musica che le accompagna, silenzi compresi. Il silenzio cosmico dell'universo: la somma di tutti i suoni e di tutte le musiche è quel silenzio bianco che sembra dare e togliere senso al Tutto.
Non ho potuto poi fare a meno di guardare più volte l'impressionante scena sul pan-oceanico pianeta di Miller, quando Cooper dice: "Non sono montagne...". Spettacolare!
Sotto la meravigliosa tuta spaziale fatta di fantascienza ed effetti speciali c’è il cuore del film, ossia la bellissima storia di un padre e una figlia separati dal tempo, una separazione dolorosa ma inevitabile, ben riassunta dalle battute di Cooper che ho riportato in questa immagine. Parole vere che, da madre, mi hanno fatto riflettere e commuovere.